Contributi a fondo perduto per Professionisti e Partite Iva, a brevissimo le domande

Pubblicato in Gazzetta il DL Sostegni Bis che prevede un bonus uguale a quello di marzo, uno per chi ha subìto ulteriori perdite economiche e un terzo bonus perequativo

 

26/05/2021 – Un bonus uguale a quello di marzo, uno per chi ha subìto ulteriori perdite economiche e un terzo bonus perequativo.

I tre tipi di contributo a fondo perduto sono introdotti e disciplinati dal DL Sostegni Bis, il DL 73 del 25 maggio 2021 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale di ieri.

I nuovi bonus sono destinati ai titolari di partita IVA che svolgono attività d’impresa, arte o professione, e per gli enti non commerciali e del terzo settore, senza alcuna limitazione settoriale o vincolo di classificazione delle attività economiche.

Il testo definitivo conferma i contenuti della bozza dei giorni scorsi.

La misura si articola su tre componenti:
– la replica del precedente bonus previsto dal primo Decreto Sostegni, con un contributo a fondo perduto per le partite IVA con determinate classi di ricavi, che abbiano subito un calo del fatturato di almeno il 30% tra il 2019 e il 2020;
– una seconda componente basata sul calo medio mensile del fatturato nel periodo compreso tra il primo aprile 2020 e il 31 marzo 2021;
– la terza componente avrà una finalità perequativa e si concentrerà sui risultati economici dei contribuenti, anziché sul fatturato. Il contributo verrà assegnato sulla base del peggioramento del risultato economico d’esercizio e terrà conto dei ristori e sostegni già percepiti nel 2020 e nel 2021.

A breve l’Agenzia delle Entrate predisporrà le regole per inoltrare le domande e fisserà le relative scadenze.